//
you're reading...
Episodi

1×04 Proiezioni della Mente


Anche Fotogramma24 va in vacanza e per non perdere però l’abitudine di parlare di cinema e non abbandonare l’amore verso quest’arte, ci lascia un ultimo episodio di stagione da portarci sotto l’ombrellone ed ascoltare con calma quando si ha voglia.
In questo episodio si farà una panoramica molto sintetica tra il cinema delle avanguardie fino al cinema populista e si parlerà di sperimentazione anche in tempi più moderni. Avremo la possibilità di farvi sentire anche un interessantissimo contributo.
Buone vacanze a tutti da Simone Pizzi e Michele Salvezza

 Standard Podcast [ 2:22:38 | 195.95 MB ] Hide Player | Play in Popup | Download

Concorso

Il film della volta scorsa era:
TODO MODO di  Elio Petri

Vincitore: Marco Paglia (DVD di Treno Popolare)

Prologo

In questa sezione parleremo in modo generale del Cinema d’avanguardia (vasto argomento diviso tra russia, germania e altri paesi) fino ad arrivare al Cinema Populista e tratteremo i seguenti autori:

Vertov, Kulesov, Eric Von Stronheim, King Vidor,  Robert Flaherty, Pudovkin, Eizenstejn, I fratelli Corradini. Leger Ruttman, Richter, Eggeling, Duchampo, Man Ray, Andres Breton, László Moholy-Nagy, Lubitsch, Dietrich Marlene, Cukor, Frank Capra, Fratelli Marx, Walt Disney, Feischer, Cocteau (le sang d’un poète), Renoir, Medvedkin, Ciapaiev, Serghei Vassiliev, Gheorghy Vassiliev

In fine il tanto citato episodio di HistoryCast dedicato a Walt Disney

Intreccio

Parte questa volta dedicata al cinema sperimentale in generale, affrontando vari passaggi e prendendo ad esempio dei capisaldi di questa forma di cinema che è stata fondamentale per la crescita di tutta l’industria.

Alberto Grifi

Su Youtube potrete vedere l’intero documento video proposto sia quì che durante la trasmissione.

Epilogo

L’Uomo di Aran

Dies Irae

La corazzata Potëmkin

Previsioni

Bitch Slap

At The End Of The Day

In The Market

Buone vancanze a tutti!

Annunci

Discussione

13 pensieri su “1×04 Proiezioni della Mente

  1. Ma Anna la ragazza raccontata da Grifi, perché finì in manicomio?.. e Vincenzo che fine fece?

    Pubblicato da Nino | agosto 11, 2011, 14:46
  2. Ei ma quel tizio in Bitch Slap se non erro è Iolao!!!

    Pubblicato da Nino | agosto 11, 2011, 15:24
  3. e noto anche dal cast che c’è anche Lucy Lawless Kevin Sorbo Renée O’Connor.. ma hanno traslocato tutto il cast di hercules ? O_O

    Pubblicato da Nino | agosto 11, 2011, 15:28
  4. Anna va via, molla tutti. L’ultima nastro mostra proprio Vincenzo, solo e deluso, che giudica Anna e la sua fuga da tutto, anche dal figlio che ha partorito. Anna era una ragazza da sempre in bilico, scampata a 15 tentativi di suicidio non può sorprendere il suo internamento. Dove sia finita non è dato saperlo, nemmeno il suo cognome è noto. Il film s’è portato dietro una lunga coda polemica che ha coinvolto anche gli autori ma resta un documento importante nella storia del cinema italiano.

    Pubblicato da Michele Salvezza | agosto 15, 2011, 13:09
    • Non discuto l’importanza del documento, ne il suo valore docuentatistico o narrativo o sperimentale. Non mi sorprende però che il film sia stato in grado di portarsi dietro grandi polemiche. Pur comprendendone in parte il senso non posso assolutamente ingorare l’uso strumentale e certamente poco solidale che si è fatto di una persona in profonda difficoltà. Mi lascia anche interdetto il modo con il quale se ne parla, pur con l’ammissione di quanto non ci sia stata nessuna forma di affezione.

      Pubblicato da Simone Pizzi | agosto 16, 2011, 07:08
  5. sicuramente un film da vedere…

    Pubblicato da Nino | agosto 16, 2011, 07:02
  6. Nella puntata ho anche citato un regista austriaco ovvero Peter Tscherkassky e questo è un suo lavoro visibile online, ve lo consiglio ma è un video da aprire con cautela. Buona visione.

    Pubblicato da Michele Salvezza | agosto 17, 2011, 11:10
  7. Dico solo una cosa… PIDOCCHI SOTTOPROLETARI.
    E dopo queste due semplici parole il cinema ha smesso di esistere.

    Pubblicato da shylock74 | agosto 24, 2011, 15:10
  8. sempre interessanti gli escursus…. Von stroheim è il mitico cameriere di “VIALE DEL TRAMONTO” 🙂

    la prima voce sembrava quasi un imitazione di Noschese

    la tx di cui parli credo fosse un “ramo” de l’altra domenica…dove c’era benigni che faceva il critico cinematografico … però non ricirdo esattamente l’aneddoto da te raccontato a meno che no era “TAGLI RITAGLI EFRATTAGLIE ” che faceva con DeCrescenzo …ma non ricordo assolutamente i contenuti ….

    Io at the end of ..l’ho visto perchè c’è un amico che ci recita ….non mi è dispiaciuto ..ma è chiaro che è un po esagerato …molti i richiami a “quel tranquillo week end di paura” e a tutti i film del genere la fotografia è bella e ben recitato ..tranne qualcuni troppo sorpra le righe…(non tutti stranieri mamagari di lingua inglese fluente)
    in the market …ha riempito f.b. di lanci (o spam) ma nn l’ho visto …e non credo di aver perso molto
    la domanda è…COM’è CHE CERTI RIESCONO AD USCIRE IN SALA……????? il problema è che quelli che usciranno in sala e di cui potrai vedere i trailer saranno sempre “omologati” quelli indipendenti magari girano solo all’estero….. cercate e vedete “tre lire primo giorno” …non è eccelso ma almeno onè cosi commerciale

    Pubblicato da jumpy | settembre 25, 2011, 12:48
  9. Grazie Jumpy, cercherò di vedere il film che hai segnalato. Ricordo che comunque noi possiamo analizzare solo la superficie del problema, sono sicuro che tra le migliaia di film che non trovano distribuzione o che nemmeno la cercano ce ne siano molti buoni. Si arriva nelle sale per vari motivi, At the end of the day credo abbia semplicemente trovato un canale distributivo grazie al buon riscontro ottenuto all’estero, mentre per In the Market non saprei dirti. Andare nelle sale non vuol dire molto, senza un supporto pubblicitario forte e molte copie distribuite in contemporanea è dura fare cassa.

    Pubblicato da Michele Salvezza | settembre 26, 2011, 12:19

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

RSS Italian Podcast Network

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: